La Via Romea Germanica

La Via Romea Germanica è un percorso da compiere a piedi o in bicicletta attraverso l’Italia. E’ stato ideato nelle sue linee essenziali da Simone Frignani, che nel 2016 ne ha curato anche la pubblicazione della prima guida. Essa segue le tracce della cosiddetta Via Romea, percorso che nell’epoca medievale congiungeva i territori germanici con Roma, principale meta di pellegrinaggio e luogo più sacro della Cristianità. Partendo dal Passo del Brennero il percorso si snoda verso sud fino a raggiungere Roma, per una lunghezza complessiva di poco più di mille chilometri ( 1019). Frignani ha diviso il percorso in quarantasei tappe. Le regioni attraversate sono: Trentino-Alto Adige, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Lazio. Delle quarantasei tappe, dieci sono in Trentino-Alto Adige, sette in Veneto, dieci in Emilia-Romagna, sette in Toscana, sei in Umbria e dieci in Lazio.

La Via Romea Germanica | Travel Emilia Romagna | Travel Emilia Romagna
La Via Romea Germanica ( in verde) nel sistema delle Vie Romee

Percorso

La Via Romea Germanica nel suo tratto complessivo percorre quasi 2.200 chilometri da Stade ( nei pressi di Amburgo) a Roma, e attraversa 3 Paesi, in 94 tappe: 44 in Germania, 4 in Austria e 46 in Italia.
Dal Brennero, la Via Romea Germanica segue la valle del fiume Isarco per Vipiteno e l’elegante Bressanone. Passando per Chiusa, sale sull’altopiano del Renon, dove si gode di una delle più belle viste dell’arco alpino. A Bolzano precipita nella Valle dell’Adige, che segue fino a Trento, città da cui prese l’avvio la Controriforma cattolica nel XVI secolo. Si inerpica fino al lago di Levico, dove affianca il fiume Brenta che l’accompagna fino in Veneto. A Bassano del Grappa s’immette nella Pianura Padana, e continua verso la bellissima Padova. Oltre Monselice, costeggia una miriade di canali tra l’Adige e il Po; poi giunge in Emilia Romagna, dove fa tappa nell’amabile città di Ferrara. Attraversando le Valli di Comacchio, prosegue fino al mare Adriatico.

Altopiano Renon, vicino Bolzano: Piramidi di Terra e funivia
L’Altopiano del Renon

Dopo Ravenna, con le sue meraviglie bizantine, la Via entra in Appennino, per Santa Sofia e Bagno di Romagna. Sale tortuosa al Passo Serra tra memorie di pellegrini e imperatori, e appena giunta in Toscana si biforca tra la Valle Santa e La Verna, per poi riunirsi nella Valle dell’Arno, che segue fino alla splendida Arezzo. Continua lungo la Valdichiana fino alla città-museo di Cortona, e poi arriva all’imponente rupe di Orvieto, in Umbria. Poco prima di Civita di Bagnoregio, la “città che muore”, il percorso entra nel Lazio, e a Montefiascone si unisce alla Via Francigena. Fa tappa a Viterbo, la “città dei papi”, e nell’antichissima città di Sutri; infine giunge a Roma: nella scenografica piazza San Pietro termina questo straordinario viaggio attraverso l’Europa.

Orvieto, scoprire i luoghi più romantici
Orvieto, dominata dalla possente Cattedrale

#viaromeagermancia #veneto #trentinoaltoadige #emiliaromagna #toscana #umbria #lazio #greenlifeblog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.