Il maltempo di domenica 19 settembre nel Varesotto

Nella giornata di domenica 19 settembre 2021 il Varesotto è stato interessato da un’ondata di maltempo particolarmente violenta, tra le maggiori degli ultimi anni. Dalle prime ore della giornata una serie di intense passate temporalesche ha attraversato la provincia. Le precipitazioni più abbondanti hanno abbandonato il territorio provinciale verso le 15 e dopo le 15 e 30 praticamente le precipitazioni sono cessate.

La passata temporalesca più intensa si è sviluppata verso le 11 e nelle successive 2/3 ore ha attraversato tutta la provincia producendo notevoli disagi e danni in molte località, in una prima fase sopratutto nel Valdarno e nella zona del Lago di Varese e successivamente anche in Valle Olona, a Varese e in Valceresio e lungo il Sempione.

I dati pluviometrici nel Varesotto

Strade allagate e disagi, il maltempo investe il Varesotto
I parcheggi dell’Hotel Capolago completamente allagati ( fonte: Varesenews)

Tra le stazioni meteorologiche appartenenti alla rete CML ( Centro Meteorologico Lombardo) gli accumuli sono stati i seguenti: Monte Lema 70,2 mm, Maccagno 115,1 mm, Cugliate Fabiasco 92,2 mm, Gemonio 109,5 mm, Laveno Mombello 97,8 mm, Sangiano 97,5 mm, Brebbia 96,3 mm, Luvinate 131,8 mm, Rasa 106,2 mm, Induno Olona 130,6 mm, Varese Ospedale di Circolo 127,3 mm, Cassinetta di Biandronno 126,5 mm, Crosio della Valle 136,4 mm, Cimbro di Vergiate 127,5 mm, Porto Ceresio 165,1 mm, Cantello 128,5 mm, Vedano Olona 125,7 mm, Castronno 112 mm, Besnate 111,8 mm, Jerago con Orago 101,3 mm, Gallarate-Cajello 85,1 mm, Somma Lombardo 74,2 mm, Rovate di Carnago 98,3 mm, Venegono Inferiore 82,3mm, Tradate 88,1 mm, Nizzolina di Marnate 72,6 mm, Castellanza 99,1 mm, San Macario di Samarate 58,7 mm.

Strade allagate e disagi, il maltempo investe il Varesotto
Muro di cinta crollato nel centro di Jerago con Orago ( fonte: Varesenews)

I territori limitrofi

Vicino al Varesotto anche altre aree hanno avuto accumuli di pioggia notevoli, tra cui l’Alto Novarese. Gli accumuli i seguenti: Borgo Ticino 129,2 mm, Borgomanero 106,4 mm, Invorio 100,3 mm, Soriso 100,6 mm; la Valmorea Comasca: Valmorea 133,2 mm, Albiolo 104,1 mm, Beregazzo con Figliaro 84,8 mm, Olgiate Comasco 75,9 mm. Il Mendrisiotto: Mendrisio 120,4 mm, Meride 121,9 mm. Altri territori molto colpiti sono stati la Valle Intelvi, il Luganese, la zona di Porlezza e il Bellinzonese.

Strade allagate e disagi, il maltempo investe il Varesotto
La situazione al sottopassaggio della stazione di Busto Arsizio

La rete del Centro Geofisico Prealpino

Dalla rete del CGP ( Centro Geofisico Prealpino) emergono anche accumuli di 97,4 mm a Cavaria, 98,9 mm a Cassano Magnago, 117 mm a Caronno Varesino, 81,1 mm a Fagnano Olona, 81,4 mm a Busto Arsizio ( Parco Altomilanese), 141,2 mm a Varano Borghi, 140 mm a Varese Schiranna, 136,8 mm a Varese-Centro, 108,8 mm a Campo dei Fiori, 115,8 mm a Cuveglio, 78,4 mm a Luino, 93,8 mm ad Angera e 81 mm a Ranco.

Le criticità

Il maltempo ha provocato diffuse criticità su tutta la provincia dove numerose sono state le comunicazioni ai Vigili del Fuoco, che hanno effettuato in totale più di 130 interventi. Sottopassi allagati, tombini esplosi, frane e smottamenti sono state le criticità più frequenti. Il nubifragio ha colpito duramente il Valdarno, dove l’autostrada dei Laghi è stata chiusa poco a nord di Castronno per allagamenti. A Cavaria un tombino esploso ha provocato gravi danni alla Statale Gallaratese mentre nel centro di Jerago con Orago è crollato il muro di contenimento di un parco.

Anche a Gallarate i disagi sono stati notevoli: allagato il sottopasso di Cinelandia e molti altri in tutta la città. Chiusa anche la superstrada della Malpensa intorno al quinto chilometro. A Busto Arsizio allagamenti in varie zone della città e disagi al sottopasso della stazione, dove una macchina è stata completamente sommersa. A Daverio uno smottamento ha interessato la località di Dobbiate mentre la Strada Provinciale del Lago di Varese ha subito vasti allagamenti. Duramente colpita la località di Capolago, attraversata da un vero fiume in piena; l’Hotel Capolago è stato anch’esso allagato. A Cazzago Brabbia allagato il sottopasso della pista ciclabile e a Varese l’acqua ha invaso i parcheggi del centro commerciale “Belforte”.

Strade allagate e disagi, il maltempo investe il Varesotto
La strada statale Gallaratese inondata a nord di Albizzate

I fiumi sorvegliati speciali

Sorvegliati speciali tutti i fiumi del reticolo idrografico varesotto. L’Olona ha avuto un primo picco in mattinata, con 1,72 metri registrati a Castiglione Olona alle 9:00 e 1,92 metri a Fagnano un’ora dopo. Successivamente nel pomeriggio si è avuto un nuovo picco, ben maggiore, con 2,35 metri registrati a Castiglione alle 13 e 2,59 metri a Fagnano alle 16. A Castiglione la piena si è mantenuta lontana dal livello di allarme, mentre a Fagnano l’ha superato per meno di un’ora ( il livello del reticolo minore aumenta e diminuisce molto rapidamente).

Il torrente Rile ( che nasce in comune di Morazzone) ha raggiunto alle 15 un picco di piena di 97 centimetri all’idrometro di Cassano Magnago, appena sotto il livello di allarme ( fissato a 1 metro). Alle 19 il livello era già sceso a 22 centimetri. Il torrente Arno ( Arnetta) ha registrato all’idrometro di Cavaria un notevole colmo di piena di ben 2,61 metri alle ore 13, ben sopra il livello di guardia. Anche in questo caso le acque sono poi calate rapidamente. l’Olona è esondato brevemente a sud di Legnano, in area rurale, mentre per gli altri corsi non si sono segnalate esondazioni.

Strade allagate e disagi, il maltempo investe il Varesotto
il torrente Arno in piena attraversa impetuoso Gallarate

#maltempo #allagamenti #rile #arno #olona #varesotto #provinciadivarese #varesenews #19settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.