La Greenway del Naviglio della Martesana

La Greenway della Martesana è un percorso ciclabile completamente asfaltato situato per sua interezza nella Provincia di Milano. La sua lunghezza complessiva è di circa 35 chilometri. Essa prende il nome dal Naviglio della Martesana (detto anche “naviglio piccolo” per distinguerlo dal Naviglio Grande a ovest di Milano), il cui corso la ciclabile segue fedelmente.

Trezzo sull'Adda
Immagine panoramica di Trezzo sull’Adda

Storia

Questo canale, costruito tra il 1457 e 1460, connetteva il fiume Adda presso Trezzo a Milano, dove terminava nel cosiddetto “tombone di San Marco”, oggi interrato. Il congiungimento definitivo con la cerchia interna della città avvenne però solo nel 1496. Durante la sua epoca d’oro, all’inizio dell’Ottocento, era una via commerciale importantissima tra Milano e la bergamasca e la valle dell’Adda e vedeva un flusso discendente di 1900 natanti all’anno. Persa la funzione logistica, rimase quella irrigua. Ancora oggi il Naviglio della Martesana irriga circa 24.000 ettari di terreno nelle campagne del milanese orientale. Caratteristica unica della Martesana è il limitatissimo dislivello tra l’imbocco e la fine: si tratta di soli 19 metri di quota in circa quaranta chilometri di percorso.

Il Tombone di San Marco - Navigli Reloading
Immagine storica del Tombone di San Marco

Percorso

Il percorso ciclabile, se vogliamo seguire la corrente, parte da Trezzo sull’Adda, poco a valle del viadotto autostradale dell’autostrada Milano-Bergamo. Questo luogo non è lontano dal noto sito patrimonio UNESCO di Crespi D’Adda, situato dall’altro lato del fiume su suolo bergamasco. Il fiume Adda ha qui un aspetto maestoso, incassato tra due alte sponde ricoperte di vegetazione. Il canale scorre quindi verso sud, parallelo al fiume, incontrando il Santuario di Concesa, il ponte di Canonica e la grande ruota di ferro di Groppello.

Concesa non è un'escrescenza di Trezzo - IO PRIMA DI ME
Il santuario di Concesa, nel comune di Trezzo d’Adda. In primo piano il Naviglio della Martesana e il fiume Adda. Sullo sfondo si notano le ciminiere del complesso di Crespi d’Adda.

Poco prima di Cassano d’Adda il canale compie una curva di novanta gradi (detta “la Volta”) che lo indirizza verso ovest, in direzione di Milano, su un percorso molto vicino a quello della Strada Statale 11 Padana Superiore. Interessante in questo comune il gioco delle acque, dato che oltre alla Martesana si riversa qui nell’Adda il canale Villoresi (o meglio quelle poche acque che gli restano). Ha qui origine anche il Canale della Muzza. Dopo Cassano incontriamo Inzago (ricco di ville nobiliari), Gessate (dove vi è il capolinea della linea 2 della Metropolitana milanese, “la verde”) e Gorgonzola. In questo tratto il canale scorre nella zona di demarcazione tra l’alta pianura asciutta e la bassa pianura irrigua (situata prevalentemente a sud del canale), in un ambiente caratterizzato da campi scanditi da bassi filari.

Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Gorgonzola) - Wikipedia
La maestosa parrocchiale di Gorgonzola

Gorgonzola, anticamente principale centro della zona e oggi nota soprattutto per aver dato i natali al formaggio omonimo. Interessante la parrocchiale neogotica, capolavoro di Simone Cantoni. Dopo Gorgonzola la ciclabile passa per Cassina de’ Pecchi, Cernusco sul Naviglio e Cologno Monzese. Mentre il primo e l’ultimo sono noti, assai prosaicamente, per rispettivamente una fermata della metropolitana e la sede dell’emittente Mediaset di Silvio Berlusconi, la località intermedia presenta una grande attrattiva nelle ville storiche situate a poca distanza dal naviglio (come Villa Uboldo, Villa Scotti, Villa Ferrario, Villa Biancani-Greppi e Villa Alari-Visconti).

Cernusco apre le porte di Villa Alari per un fine settimana da ...
Villa Alari a Cernusco sul Naviglio

Dopo Cologno Monzese la ciclabile entra nel comune di Milano, transitando per i quartieri di Crescenzago, Gorla, Turro e Greco. Lungo Viale Padova, già nel centro di Milano, si hanno le ultime belle ville, con lussureggianti giardini. In Via Melchiorre Gioia, presso il luogo denominato anticamente “Cassina de’Pomm”, la Martesana si inabissa nel sottosuolo di Milano, da qui in poi scorrerà interrata sotto la metropoli, raggiungendo i bastioni di Porta Nuova. La ciclabile vera e propria termina in Via Melchiorre Gioia, anche se si può continuare a pedalare lungo la rete ciclabile della città di Milano.

Ciclabile del Naviglio della Martesana - La Natura alle Porte di ...
Tratto della greenway nel territorio di Milano

#turismoinbicicletta #cicloturismo #greenwaymartesana #navigliomartesana #lombardia #cicloturismoinlombardia #cicloturismoinlombardia #milano #gorgonzola #santuariodiconcesa #trezzod’adda #crespid’adda #pontedicanonica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.